26 luglio 2017 | Pesce Sostenibile

Decreto quote pesce spada: +8% quote per Italia

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato firmato il decreto che, in via urgente e transitoria, fissa per l’attuale campagna di pesca a 4.039 tonnellate il massimale delle catture di pesce spada mediterraneo, per un aumento dell’8% delle quote.

“Il provvedimento – ha commentato il Sottosegretario Giuseppe Castiglione – si è reso necessario, in attesa delle ancora pendenti procedure europee, per assicurare alle marinerie nazionali uno strumento che permettesse il rispetto dei criteri di allocazione del TAC internazionale fissato per il 2017 a 10.500, come già ufficialmente adottati ed approvati in sede ICCAT”. “Ringrazio i gruppi parlamentari che, all’unanimità, hanno adottato un’importante Risoluzione – ha proseguito il Sottosegretario – che impegna il Governo, a garantire l’applicazione di questi parametri internazionali. In questo modo siamo riusciti a salvaguardare non soltanto gli interessi di un settore così importante come quello della pesca del pesce spada, ma dell’intera economia ittica nazionale e soprattutto a tutelare i livelli di sostenibilità socio-economica, per quelle realtà, come la Sicilia, storicamente e tradizionalmente dedite a tali attività di pesca”.
“Questo provvedimento – ha concluso Castiglione – è ispirato al fondamentale principio precauzionale, per cui, attraverso il costante monitoraggio dei livelli nazionali di cattura, si potranno apportare eventuali accorgimenti futuri, se necessari”.